COME VERNICIARE UN AUTOMOBILE

| 1

 verniciare un’auto 

 diventare  hobbista della verniciatura?

 

Anzitutto il verniciatore deve attrezzarsi di un compressore e di una pistola a spruzzo. 
Per realizzare un lavoro di qualità, sarebbe opportuno affittare la cabina di verniciatura del  carrozziere più vicino, se egli acconsente (considerate una spesa di circa 100 euro per una mattinata).
Se volete verniciare la moto  senza utilizzare la cabina, è importante bagnare il pavimento, i muri e l’ambiente circostante, in modo da circoscrivere al massimo la polvere.
Per evitare che la vernice si depositi, è importante che l’aria circoli quanto basta per favorire la fuoriscita del prodotto  disperso nell’ambiente durante l’applicazione a spruzzo.
Se si utilizza una vernice da carrozzeria,  devono essere  rispettare tutte le precauzioni di sicurezza e ci si deve munire di una maschera con filtro di tipo A, di guanti e dell’ apposita tuta.

Preparazione


La verniciatura dell’auto  richiede prima di tutto  una  levigatura leggera  con carta abrasiva tipo 800.
Infatti, se il supporto è in buono stato, sarebbe inutile decapare la carrozzeria o applicare un fondo.
Solamente  i pezzi in plastica o metallo grezzo necessitano di un fondo aggrappante.
Successivamente bisogna togliere la polvere dalla carrozzeria ed eliminare le eventuali macchie di grasso, di silicone , impronte ecc.
Inoltre si devono proteggere e coprire tutte le parti che non devono essere riverniciate: vetri, guarnizioni in gomma, ruote..

L’auto ora è pronta per essere verniciata!

La verniciatura

Tutte le vernici auto  sono in genere compatibili, sia all’acqua che a solvente, poliuretaniche o acriliche.
Generalmente sono monocomponenti – cioè senza indurente  – eccetto il trasparente, che è sempre accompagnato da un catalizzatore.
Si procede quindi con la verniciatura a spruzzo, seguendo il giusto procedimento e rispettando meticolosamente le proporzioni, le indicazioni per la miscelatura, la temperatura adeguata e i tempi di essicazione.
Le vernici auto monocomponenti si applicano a veli sottili.

Grazie alla modalità « bagnato su bagnato », si eviteranno i ‘problemi di adesione’,  applicando di seguito la vernice e il trasparente, soprattutto  con le vernici a solvente, dato che asciugano più rapidamente.

Il trasparente

Ultimo step, importante per proteggere nonché per ravvivare l’aspetto della carrozzeria, l’applicazione del trasparente è la fase più delicata:
Un trasparente ben riuscito deve mostrare un aspetto laccato, liscio e brillante.
Dopo aver preparato la miscela di trasparente ed indurente, lo si deve impiegare entro mezz’ora.
In genere il trasparente auto  si impiega in due mani abbondanti applicate di seguito.
La regola è semplice: le  mani troppo asciutte,  danno un trasparente poco brillante, mentre veli troppo spessi possono provocare colature.

Imbocca al lupo e buon lavoro !
NB : In caso di colature, si può tranquillamente rimediare alle imperfezioni aspettando 24h per poi ricarteggiare. Se non volete applicare il trasparente sull’intero pezzo, è sufficiente carteggiare con carta 2000 o 3000 e successivamente lucidare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *